Quantificazione e ripartizione oraria delle discipline

 

TEMPO CURRICOLARE

30 ore settimanali suddivise in cinque mattinate, oltre a tre rientri pomeridiani

 

 

INSEGNANTE DISCIPLINA ORE PARZ. H TOT. H
         
         
PREVALENTE ITALIANO 6    
  APPROFONDIMENTI 3    
  STORIA 2    
  SCIENZE (2)
2    
  INFORMATICA/TECNOLOGIA 1    
  GEOGRAFIA 2    
  INGLESE (3) 2    
  MUSICA (4) 1    
  SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE (5) 2    
  ARTE E IMMAGINE (5) 2 23  
         
MONODISCIPLINA MATEMATICA 5 5  
         
MONODISCIPLINA RELIGIONE CATTOLICA 2 2 30

 

(1):  di cui, 1 ora di Matematica e,durante il secondo quadrimestre, solo per il triennio, alcune ore facoltative  di sperimentazione della lingua Tedesca, in collaborazione con insegnante madrelingua “Goethe-Institut” oppure terza ora facoltativa di Inglese;
(2):  di cui una facoltativa con sperimentazione metodologia CLIL (triennio); 
(3):  entrambe in compresenza con insegnante "British Institutes";
(4):  in compresenza con un’insegnante specialista di coro (coro o chitarra per le classi quarta e quinta);
(5):  nel  corso dell’anno scolastico,  si  ricorre anche a  specialisti esterni,  sempre  in  compresenza  con l’insegnante prevalente di classe.

 

Il team di classe definisce, anche in modo flessibile, il tempo effettivo da dedicare a ciascuna disciplina in base alla programmazione settimanale e secondo i bisogni degli alunni.

La distribuzione delle discipline di insegnamento nell’arco dell’orario settimanale avviene in modo equilibrato e tale comunque da favorire ritmi distesi di apprendimento; ciò compatibilmente con la struttura dei singoli team e con eventuali vincoli derivanti dalla utilizzazione dei docenti.

Al fine della stesura dell’orario, ci si richiama ai seguenti criteri:

  • le discipline con maggior numero di ore vengono distribuite in modo alternato sia rispetto alla prima o alla seconda parte della giornata, sia rispetto ai giorni della settimana;
  • per Italiano, in classe Prima devono essere garantiti settimanalmente due interventi di 2 ore nella prima parte della mattinata;
  • nelle giornate con rientro pomeridiano vi deve essere alternanza tra materie più impegnative sotto il profilo cognitivo e musica, scienze motorie e sportive, arte e immagine.

La distribuzione dell’orario a cadenza settimanale non comporta automaticità di applicazione; infatti, in base all’interesse degli alunni e/o a necessità legate alle attività proposte, le ore della stessa disciplina possono essere, a giudizio dell’insegnante, accorpate. La sommatoria delle ore deve però corrispondere.

 

ORARIO DELLE LEZIONI

  • Ø Mattino (entrata ore 8.15)    lezioni dalle 8.20 alle 12.20       (il martedì dalle 8.20 alle 12.40)
  • Ø Pomeriggio                         lezioni dalle 14.00 alle 16.30      (lunedì, mercoledì, venerdì)

 

 

  View this article in PDF format Print article